Le nostre origini

una certezza per i palermitani dal 1890

Una storia fatta di tradizione, abnegazione per il proprio lavoro, passione e soprattutto famiglia…
Da più di un secolo, oramai, questo nome è sinonimo di buona cucina palermitana.
Salvatore Catanese decise di specializzarsi in questo settore gastronomico aprendo un locale nel 1890, nel posto dove è ancora. E la tradizione familiare in tutti questi anni non si è mai interrotta.
Dopo Salvatore la trattoria è stata gestita dal figlio Antonino al quale è subentrato il nipote del fondatore, pure Salvatore, ed oggi i proprietari sono le figlie Maria Luisa e Rosanna ed i nipoti Ada e Gaetano.

Cosa dicono di noi

Dal 21 febbraio 2017
siamo ufficialmente un locale storico d'italia

Casa del Brodo è nato in un periodo di grande povertà in cui molti clienti non avevano i mezzi per acquistare quella benefica tazza di brodo, il proprietario e fondatore del ristorante, Salvatore Catanese, non li mandò via ma offrì loro quella bevanda che – come la voce popolare aveva – era così utile per la salute.

Da allora in poi, accanto al consiglio di amministrazione di questo ristorante storico di Palermo, un altro consiglio recita “dal Dottore”: è proprio con questo nome che al giorno d’oggi il ristorante è comunemente conosciuto dentro e fuori Palermo, così che quando si fissa un incontro per il pranzo o cena è sufficiente dire: “Incontriamoci al medico del brodo”.

Nel 2017 Panorama ci ha inserito nella lista dei migliori ristoranti che fanno “brodo” del mondo!

I nostri ospiti illustri

abbiamo avuto l'onore di ospitare molti personaggi illustri

Da sempre grandi personalità hanno varcato la porta del nostro Ristorante.
Abbiamo l’onore di potertene mostrare solo alcune, il resto vienile a scoprirle al Ristorante Casa del Brodo Palermo sono davvero tantissime!! 

Da politici, cantanti, attori sia stranieri che italiani, tutti o quasi se sono a Palermo, fanno “un salto” da noi! 

 

Per noi è un onore immenso poter soddisfare anche i loro palati. Anche per questo amiamo il nostro lavoro.